Aspettando… Castellanzese-Legnano

Tutte le ciò che dovete sapere sul prossimo match di campionato

La domenica del Derby si avvicina. La Castellanzese vuole immediatamente tornare a fare punti, dopo una fortunata uscita a Busto Garolfo contro l’Arconatese. Per arrivare pronti al calcio d’inizio della sfida con il Legnano, in programma alle 14.30 di domenica 25 ottobre, ecco tutte le curiosità da sapere sulla prossima sfida dei neroverdi.

DA UNA SPONDA ALL’ALTRA

Come non parlare degli ex in un incrocio come questo, che mette di fronte due realtà urbanisticamente e sportivamente confinanti come Castellanzese e Legnano. Domenica in campo ci saranno due vecchie conosce del club neroverde, il portiere Cristian Colnaghi e il centrocampista Marco Sestito, entrambi in forza l’anno scorso alla nostra società. Ma non finisce qui. C’è anche chi ora è neroverde, ma non può dimenticare un passato glorioso tra i lilla. Ad unire ciò che la rivalità sportiva divide, c’è la carriera di Gigi Asnaghi, preparatore atletico dei nostri ragazzi da questa stagione, che nella stagione 2006-07 centrò la promozione dalla Serie C2 alla C1 proprio con il Legnano, allora allenato dal tecnico Gianfranco Motta. Un successo ottenuto all’ultima giornata, dopo un campionato senza mai essere stati in testa, battendo il Varese di Davis Mangia. 

LA PRIMA VOLTA AL PROVASI IN D

Ebbene sì, quella di domenica sarà il primo Derby tra Castellanzese e Legnano, che vedrà i neroverdi padroni di casa al Provasi di Castellanza. La scorsa stagione il campionato interrotto dalla pandemia non diede modo ai lilla di riscattare la sconfitta dell’andata al Mari per mano dell’undici guidato da Mister Mazzoleni.

NEL CUORE

Castellanzese – Legnano sarà anche il momento per ricordare Andrea Rinaldi, un ragazzo che il derby lo ha giocato e lo ha vinto con la maglia dei lilla. Un talento nello sport come nella vita, cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta, che il destino si è portato via troppo presto, l’11 maggio scorso quando non aveva ancora compiuto 20 anni. E sappiamo che da lassù non perderà l’occasione di gustarsi quello che ci auguriamo sia un grande spettacolo di calcio e sportività.

I PRECEDENTI

La storia divide sorrisi e sfortune tra le due rivali. Negli ultimi sei incroci Legnano e Castellanzese non hanno mai pareggiato, anzi hanno quasi sempre infilato nel sacco tanti gol. Tre successi per il Legnano e tre per i nostri ragazzi che si sono portati a casa l’ultimo confronto con i lilla al Mari poco prima delle festività natalizie dello scorso anno. Da quel match i ragazzi di Mazzoleni costruirono la salvezza al primo anno in Serie D. Altro roboante successo per 3-2 del 2018 tra le mura amiche con la subitanea doppietta di Colombo e il terzo sigillo di Urso che vanificarono il tentativo di rimonta avversario nella ripresa. Le statistiche dicono però che l’ultima al Provasi contro il Legnano, nel campionato di Eccellenza poi vinto dalla Castellanzese, non è andata bene ai neroverdi, allora guidati da Mister Fiorenzo Roncari. Quel giorno fu 3-0 lilla. 

COINCIDENZE

Dettagli che tornano tra le sfida di circa un anno fa al Mari e la prossima al Provasi tra Castellanzese e Legnano. In entrambi in casi Mister Achille Mazzoleni dovrà accomodarsi in tribuna, questa volta in casa sua, per l’espulsione rimediata la scorsa giornata contro l’Arconatese. Come lo scorso anno anche questa volta il match con i lilla presenta l’occasione ai neroverdi di riscattarsi da una sconfitta inattesa con l’Arconatese. 

LENTE D’INGRANDIMENTO

Nomi da segnare sul taccuino? Ce ne sono eccome. Oltre agli ex Colnaghi e Sestito, tra i lilla va considerata l’esperienza indiscussa del difensore ex Varese Francesco Luoni insieme al solito noto Federico Ortolani. E poi bomber Riccardo Cocuzza, già autore di due gol nell’avvio di questo campionato. A centrocampo l’ex Casale Marco Di Lernia per mister Lucio Brando.

NUMERI ALLA MANO

Da un lato l’esigenza da parte della Castellanzese di vincere e tornare a fare punti per rendere la prima sconfitta stagionale a Busto Garolfo un unico neo su un avvio di stagione positivo per i neroverdi. Che erano riusciti ad inanellare una serie di 9 risultati utili consecutivi se considerata anche la scorsa stagione. Dall’altra parte il Legnano che nelle tre gare giocate fin qui ha portato a casa solo tre punti, pareggiando tre volte con Arconatese, Saluzzo e Chieri. In questo modo il Derby non può che caricarsi di attesa e valore anche in ottica campionato, pur essendo solo alla sesta giornata.

IL FISCHIETTO DEL MATCH