Veneto stregato, il Sona ne fa 2 alla Castellanzese

11

IL TABELLINO

Castellanzese – Sona Calcio (1-0) 2-0

Marcatori: 26′ Pavan (S), 11′ st Barellini (S)

Sona Calcio: Dal Bosco, Gecchele, Angelini, Sylla, Toskic, Barellini, Pavan (39′ st Valbusa), Vaudagna, Di Nardo, Nunes Correia (32′ st Brescianini), Marchesini (24′ st Simeoni). A disposizione: Caputo, Di Giorgio, Gobetti, Brescianini, Alba, Valbusa, Bittaye, Sanchez Rodriguez, Simeoni.
Allenatore: Damini.

Castellanzese: Cincilla, Compagnoni (32′ st Falzoni), Perego (9′ st Mandelli), Alushaj, Micheli, Chessa, Colombo, Ferrandino, Gazzetta (25′ st Tramutoli), Piran (32′ st Manfrè), Baldan. A disposizione: Asnaghi, Sestito, Mazzola, Mei, Tramutoli, Falzoni, Manfrè, Mandelli, Baldazzi.
Allenatore: Ardito.

Arbitro: Papale di Torino (Della Mea di Udine – Monfregola di Gradisca d’Isonzo)

Ammoniti: Alushaj (C), Perego (C), Pavan (S), Di Nardo (S), Sylla (S), Brescianini (S).

Recuperi: 1′ + 4′

SONA – Il Veneto sembra stregato per la Castellanzese. A Sona finisce 2-0 per i padroni di casa, che trovano il vantaggio al 26′ con Pavan e il raddoppio all’11’ della ripresa. La Castellanzese gioca, crea tanto ma la vera differenza nella compagine veneta la fa l’estremo difensore, Dal Bosco (classe 2003).

Il primo squillo della gara è a tinte neroverdi, con Chessa che incorna ma sbatte sui guantoni di Dal Bosco. Cinque giri di orologio dopo ci prova anche Colombo, servito al bacio da Chessa: è ancora Dal Bosco a negare la gioia all’attaccante della Castellanzese. Al 26′, alla prima vera occasione, il Sona si porta in vantaggio con un destro secco di Pavan. La Castellanzese non si perde d’animo e prova il tutto per tutto, ma al duplice fischio si resta sull’1-0 in favore dei veneti.

Nella ripresa sono proprio i ragazzi di Mister Ardito a partire con la marcia giusta, ma nel miglior momento neroverde (con un’occasionissima per Chessa) arriva il raddoppio del Sona firmato da Barellini. La Castellanzese accusa il colpo ma pressa alto per tutta la mezz’ora restante. Colombo, Ferrandino, Chessa tentano il tutto per tutto, ma è sempre un Dal Bosco in gran rispolvero a dire di no all’attacco neroverde. La squadra costruisce tanto, sfrutta le fasce e prova sempre la verticalizzazione: è il portiere del Sona il vero protagonista oggi. Al triplice fischio è 2-0.

Fra tre giorni abbiamo la possibilità di reagire, però oggi spiace per il risultato. Abbiamo sofferto molto la fisicità dell’avversario, però siamo anche riusciti a creare tanto. Purtroppo non è mai girato l’episodio per pareggiare o almeno per accorciare le distanze. Speravamo che questo processo di crescita fosse più veloce, e certamente gli infortuni non ci hanno aiutato in questo senso. Ora dobbiamo cambiare questo trend (negativo in trasferta) e da domani si comincia a lavorare su quello che non ha funzionato oggi.

Andrea Ardito

Penso che soprattutto nei primi 15′ di gioco abbiamo sofferto, specie sul latto fisico. Abbiamo provato a giocare con le palle lunghe, nonostante avessimo giocatori di qualità in grado di giocare là davanti. La partita di oggi ci deve lasciare qualcosa, dobbiamo capire cosa non ha funzionato per migliorarci il prima possibile. La rabbia che abbiamo? Va messa in campo mercoledì per ribaltare il risultato di oggi.

Francesco Micheli
11