Diamo i numeri: recap prima del rush-finale

Le statistiche della Castellanzese dopo 30 giornate

ATTACCO TOP

Il dato più rilevante di questa Castellanzese è inevitabilmente la sua potenza di fuoco. Là davanti i neroverdi sono stati capaci di realizzare ben 66 gol in 30 gare disputate, una media di 2,2 reti segnate a partita che si avvicina e pressoché pareggia quella dell’Inter (2,21), capolista in Serie A che di gol ne ha segnati 71 in 32 gare, e dell’Atalanta (2,28), miglior attacco della massima serie con 73 gol in 32 partite.

Nei Top5 campionati europei solo Barcellona (2,38), Bayern (2,83) e PSG (2,24) hanno fatto meglio dei nostri ragazzi. Il Manchester City (2,09) ci guarda dal gradino sottostante di questa particolare classifica. . 

COPPIA CHE SCOPPIA (LE DIFESE ALTRUI)

A proposito di attacco, là davanti Mister Mazzoleni può contare sull’indiscusso fiuto del gol di due bomber di razza come Roberto Colombo e Mario Chessa. Il capitano ha trovato 14 volta la gioia del gol finora, il numero 7 ben 25 per un totale di 39 gol che fa dei due centravanti della Castellanzese la coppia più prolifica del Girone A.

Il gol è il tratto comune di questi due giocatori. Lo ricercano in maniera spasmodica ogni domenica, ma anche al mercoledì quando occorre. Che si giochi d’anticipo o in infrasettimanale, la rete è per loro una tenera ossessione, per i loro tifosi un vizio accettabilissimo, reiterato all’interno di una stessa gara. Colombo e Chessa sono infatti gli unici due giocatori della squadra ad avere trovato la tripletta. Ne hanno messe in fila 3, rispettivamente 1 il primo e 2 il secondo. 

C’E’ SEMPRE UNA PRIMA VOLTA

Ebbene sì, anche per Xhulio Alushaj il momento del cambio è arrivato, il primo in tutta la sua stagione. Precisamente, il Duca della difesa neroverde ha abbandonato il campo prima del triplice fischio per la prima volta nella Serie D 2020-21, al 20′ della complicatissima gara di Bra (4-0). Il posto lo ha lasciato a Filippo Ornaghi in una gara, ahinoi, già chiusa nel primo tempo, per lo meno nel risultato. 

Così il granitico centrale della Castellanzese ha chiuso il pacchetto di 2.675 minuti consecutivi da titolare. Di questa stagione il numero 5 neroverde ha vissuto dalla panchina solo 25 giri di lancette, quelli finali del Bravi appunto. Il primo posto della classifica degli stakanovisti del Girone A, dove lui ora è terzo, rimane nelle mani di Guerci (Bra) e Pane (Sestri Levante).

UNA DOPO L’ALTRA

Dopo due mesi e più di imbattibilità, il Bra ha spezzato la striscia di risultati utili consecutivi della Castellanzese che resisteva da 15 giornate. Dal 20 gennaio (Castellanzese 1-2 Sestri Levante) al 18 aprile (Bra 4-0 Castellanzese) il mondo neroverde non ha conosciuto sconfitte: la serie di risultati utili tuttora più lunga dell’intero girone.

Subito dietro i ragazzi di Mister Mazzoleni, ecco la capolista Pont Donnaz. Che con 13 risultati utili consecutivi mantiene la miglior striscia attiva di imbattibilità. Riusciranno gli arancio-blu a battere i neroverdi?

SUPER MARIO

Quando pensi di aver visto tutto da lui, ecco che il numero 7 è pronto a lanciare un nuovo incantesimo verso la porta avversaria. 25 gol in 29 gare, 8 assist, 2 triplette (a Chieri e Gozzano), numeri da capogiro per Mario Chessa. Il Pallone d’Oro Serie D è sfumato sul più bello ma questi numeri fanno entrare di diritto il Mago neroverde nella classifica con i capocannonieri dei Top5 campionati d’Europa. Il numero 7 è secondo in coabitazione con Cr7, con un rendimento che è pari a quello di Messi.

  • Lewandowski 35 (Bayern Monaco)
  • Cristiano Ronaldo 25 (Juventus)
  • Chessa 25 (Castellanzese)
  • Messi 25 (Barcellona)
  • Mbappé 23 (Psg)
  • Kane 21 (Tottenham)

MEGLIO DI COSI’

Ciò che non è mai cambiato dal principio del 2021 a oggi è che lassù in cima alla classifica dell’anno solare c’è sempre e solo la Castellanzese. 20 gare disputate dai neroverdi: 14 vittorie, 4 pareggi e 2 sole sconfitte. I ragazzi di Mister Mazzoleni hanno conquistato 46 punti, dieci in più della capolista Pont Donnaz.

50 i gol messi a segno nel nuovo anno per i nostri ragazzi che hanno già migliorato le statistiche della prima in classifica nel 2020, ovvero il Bra (10 vittorie, 4 sconfitte e 4 pareggi in 18 gare disputate prima della pandemia).