Buona la prima nel 2021. Neroverdi corsari a Borgosesia

BORGOSESIA 1-2 CASTELLANZESE (0-1)

Marcatori: pt: 10′ Mecca (C); st: 15′ Colombo (C), 16′ aut Ghilardi (C) 

Borgosesia: Barlocco, Pezziardi, Russo (30′ st Baiardi), Rizzo, Confalonieri, Menga, Matera (41′ st Iannacone), Pettinaroli (9′ st Bernardo), D’Amuri (22′ st Calì), Bramante, Aloia. A disposizione: Galli, Beretta, Areco, Rovei, Monteleone. All: Prelli.

Castellanzese: Indelicato, Concina, Perego G., Alushaj, Perego A. (46′ st Giugno), Chessa (40′ st Zazzi), Negri (35′ st Marcone), Colombo (35′ st Fusi), Bigotto (35′ st Corti), Mecca, Ghilardi. A disposizione: Cirenei, Molinari, Manfrè, Sestito. All: Mazzoleni.
 
Arbitro: Aldi di Finale Emilia (Mino – Pasquini)
 
Angoli: 8-3
 
Ammoniti: Negri, Matera, Corti
 
Recuperi: +1 +4 

BORGOSESIA – Anno nuovo, antiche abitudini. O meglio, recenti. Così come aveva salutato il 2020 la Castellanzese accoglie il 2021, con un successo importante sul campo del Borgosesia targato Mecca e Colombo per continuare a costruire, un mattoncino dopo l’altro, la salvezza.

Cosa avrà messo la Befana nella calza dei neroverdi? Tanto dolce, dice un sintetico che assomiglia molto a quello del Bellini. È forse anche per questo motivo che i nostri ragazzi non faticano ad ambientarsi su un campo che costringe al gioco veloce e tecnico. Pane per i denti della Castellanzese che dopo dieci minuti è già avanti. Guarda caso, anche se bisognerebbe cominciare a dire come al solito, la butta dentro Bryan Mecca che infilza la difesa avversaria con un diagonale dal limite. È il secondo colpo piazzato dalla sua spada, il suo destro chirurgico, nelle ultime due gare.

Ma un’Epifania ricca di dolci va meritata comportandosi bene per tutti i novanta minuti. Con coraggio i neroverdi conducono rendendosi più volte pericolosi con Colombo e Chessa che sfiorano il raddoppio.

Il ritorno del Borgosesia, fisiologico, quasi telefonato in avvio di ripresa viene sapientemente smorzato dalla tattica di prevenzione della Castellanzese. Che sa di dover affrontare una ripresa molto complessa e allora si porta avanti con il lavoro. Un’azione rocambolesca porta Bigotto al tiro in area. Serie di rimpalli, l’ultima deviazione finisce sul petto di Colombo che appoggia in rete da due passi.

Pratica chiusa, o quasi. C’è un po’ di carbone, giustificato, anche per i neroverdi che sessanta secondi dopo si complicano la vita con l’autogol tanto sfortunato quanto pericoloso di Ghilardi. Il suo ginocchio mette devia nella propria porta una punizione avversaria.

Non basta al Borgosesia che ci prova e non poco a risalire la china ma di fatto non ci riesce. E si aggrappa alla sola speranza che fa soltanto sibilare il mancino al volo di Chessa accanto all’incrocio.

La Castellanzese non arrotonda, soffre, fa esordire il nuovo acquisto Federico Zazzi. E poi esulta per la prima vittoria esterna della propria stagione.

LA FOTOGALLERY DEL MATCH