Braidich-Colombo: Provasi tinto di neroverde col Legnano

11

CASTELLANZESE-LEGNANO 3-2 (1-1)

Marcatori: 30′ Braidich (C), 35′ Di Lernia (L), 17′ st Braidich (C), 23′ st Colombo (C), 32′ Barazzetta (L)

Castellanzese: Cincilla, Compagnoni, Perego (13′ st Colombo), Alushaj, Ferrandino, Braidich (20′ st Chessa), Meregalli (27′ Micheli), Nicastri, Manfrè (20′ st Piran), Mandelli, Baldan A disp. Ferè, Micheli, Chessa, Colombo, Gazzetta, Mazzola, Tramutoli, Piran, Signorella. All. Ardito.

Legnano: Tamma, Bertonelli, De Stefano, Bini, Robbiati, Di Lernia (21′ st Barazzetta), Beretta (1′ st Confalonieri), Gambino (1′ st Bingo), Ravasi (24′ st Grosso), Ronzoni (24′ st Bertoli), Gasparri. A disp. Ferragina, Bettoni, Caradonna, Bertoli, Confalonieri, Brusa, Barbui, Bingo, Barazzetta, Grosso All. Sgrò.

Ammoniti: Micheli (C), Ronzoni (L), Beretta (L), Mandelli (C), Bertoli (L), Gasparri (L), Bettoni (L)
Espulso: 45′ st Gasparri (L)

CASTELLANZA (VA) – Da sempre la partita dal profumo diverso, ecco quello che è Castellanzese-Legnano. Il “Provasi” si tinge nuovamente di neroverde. Un doppio Braidich e Colombo stendono il Legnano, a cui non bastano Di Lernia e Barazzetta. Al triplice fischio è 3-2 per la Castellanzese. È proprio il caso di dirlo…è neroverde!!!

Solo al 3′ di gioco bella imbucata di Nicastri che dalla sinistra serve Mandelli che però non riesce ad agganciare la sfera. 4 giri di orologio dopo Ferrandino velenoso in area di rigore, ma viene murato da Bertonelli. A metà primo tempo, si fa vedere la formazione lilla con Ronzoni che calcia a botta sicura, provvidenziale la deviazione di Compagnoni. Al 27′ della prima frazione Mister Ardito è costretto al primo cambio, Meregalli dolorante dopo un contrasto lascia spazio a Micheli. Alla mezz’ora Baldan recupera palla in mezzo al campo, innesca Braidich che si invola a rete calcia di potenza ed è 1-0. 5 minuti dopo il Legnano trova il pari: punizione di Beretta, deviazione di Braidich che sfortunatamente serve Di Lernia, tiro angolato e 1-1.

Passano solo 5′ di gioco e Ferrandino prova la botta da fuori, la sfera si infrange sul palo che ancora vibra. Una ripresa maschia, giocata su rimi alti, e la Castellanzese con Colombo sembra aver ritrovato la tipica verve neroverde. Al 17′ Braidich si prende nuovamente la scena con un eurogol e porta i neroverdi sul 2-1: splendido l’assist di Baldan al numero 11 della Castellanzese. È una Castellanzese in crescita e al 23′ arriva il tris: Roberto Colombo, lui che la firma in questa sfida la deve mettere sempre. Alla mezz’ora bomber Colombo vicino alla doppietta, servito da Chessa non trova lo specchio della porta. Al 32′ il Legnano accorcia con Barazzetta. Castellanzese insidiosa prima con Mandelli e poi con Chessa, Tamma si supera due volte. Non c’è più tempo, è tripudio neroverde.

Domenica abbiamo sbagliato 65 minuti soprattutto a livello mentale, ma la mia considerazione sulla squadra non è cambiata e non cambia. Questa era la partita perfetta per dare una risposta, ma anche oggi mentalmente ci siamo un po’ paralizzati in alcuni frangenti. Però ci sta, perché dopo domenica qualche scoria è rimasta, ma dobbiamo farcela passare il prima possibile. Quella con il Legnano è da sempre una partita sentita e siamo contenti di aver dato una gioia alla città di Castellanza. Tengo a dire che era importante per noi cominciare a intraprendere la strada che vogliamo percorrere durante la stagione. Non abbiamo mollato un millimetro? Beh un millimetrino si, ed è una cosa su cui lavoreremo; dobbiamo ancora conoscerci bene, ma dobbiamo farlo velocemente. Vedere tre attaccanti in futuro? Perché no, vedremo con il tempo. Che sia Coppa Italia o campionato noi vogliamo vincere ed essere fastidiosi per tutti…A parole è tutto facile, ma il tutto deve passare attraverso ogni singola partita e ogni singolo allenamento.

Andrea Ardito

Oggi volevamo riscattarci dopo la sconfitta di Vimercate. La gara è stata maschia, tosta, a ritmi alti e credo sia anche giusto chiamarla derby. Siamo contenti di aver regalato questa vittoria alla città di Castellanza. In campo? Nasco come trequartista ed esterno, ma gioco dove vuole il mister. Mi trovo molto bene ad andare a recuperare palla dietro le punte, e spero che oggi si sia visto. Diciamo che quando ci sono giocatori come Colombo e Braidich che possono fare quel lavoro lì davanti il lancio lungo può essere una soluzione, quando sono affianco a Chessa mi piace anche giocare vicini. Obiettivo personale? Fare più gol possibili per portare la squadra sempre più in alto.

Daniele Ferrandino
11