Aspettando… Castellanzese-Borgosesia

Le statistiche del prossimo match di campionato

Finalmente il campo, dopo più di due settimane di stop per i recuperi, la Castellanzese è di scena al Provasi mercoledì 5 maggio. Ospite il Borgosesia per riprendere il cammino con una vittoria. Prima un po’ di statistiche. 

I PRECEDENTI

Mecca e Colombo, furono loro i match winner della gara di andata. Sul sintetico di Borgosesia furono novanta minuti serratissimi terminati sul risultato di 2-1. Castellanzese in doppio vantaggio e poi un autogol di Andrea Ghilardi che incrinò solo per un istante, nel secondo tempo, una gara perfetta. Fu il primo successo nel 2021 in trasferta per i nostri ragazzi che lontano dalle mura amiche, nel nuovo anno, si sono fermati solo due settimane fa in quel di Bra. 

NUMERI ALLA MANO

Archiviato il ko di Bra (4-0), la Castellanzese va alla ricerca ei primi 3 punti dopo la pausa sul proprio campo. Il Provasi quest’anno ha visto un solo zero da parte dei neroverdi che nell’ultima gara interna ne hanno fatti 5 in un tempo solo. 66 le reti segnate per la formazione di Mister Achille Mazzoleni che si trovano ora a un solo punto dalla vetta della classifica.  

Questione di punti, pochi, anche per il Borgosesia che ha due lunghezze di ritardo dal Vado, ossia dalla zona un po’ meno rossa, quella dei playout e non della retrocessione diretta. I granata sono la peggior compagine nelle gare lontano da casa, dove hanno vinto una sola volta e hanno aggiunto un solo pareggio. Per il resto 14 sconfitte in trasferta.

LENTE D’INGRANDIMENTO

10 i gol messi a segno finora, 3 gli assist forniti ai compagni per fare altrettanto. Segna e fa segnare. Simone Bramante è senza dubbio la punta di diamante dello schieramento granata. Cresciuto nelle giovanili della Giana, l’ala destra classe ’98 ha un passato anche con le maglie di Fiorenzuola e Sondrio. Doppia cifra raggiunta, e questo è già un record per lui che non segna da 6 gare. Cercherà di sbloccarsi proprio con la Castellanzese per guidare la sua squadra la di là delle sabbia mobili della zona retrocessione. 

In settimana ha raccontato il suo annus horribilis lontano dal calcio per un doppio infortunio al ginocchio. E poi la rinascita, qui alla Castellanzese, dove ha recuperato la condizione giusta per mettersi a disposizione di Mister Mazzoleni e ha già inanellato 3 presenze da titolare nelle ultime 3 uscite. Federico Gulinelli, centrale classe 2000, sarà lui l’asso nella manica del pacchetto arretrato per questo finale?