Asmini: “Verdetto ovvio. Il calcio sarà ridimensionato”

L’intervento del direttore a BepiTv: “Riconfermato tutto il Settore Giovanile”

A poche ore dall’ufficialità dello stop definitivo della stagione 2019-20 di Serie D, il direttore generale della Castellanzese, Salvatore Asmini, ha detto la sua ai microfoni di BepiTv: “A livello dilettantistico penso sia impossibile proseguire, tenendo conto delle regole da rispettare – ha affermato il ds neroverde nel corso di FuoriGioco, trasmissione condotta da Eva Gini, il mercoledì in diretta facebook -. Un’ulteriore spesa nelle spese, un dramma nel dramma. Il verdetto non poteva essere che questo, che poi sia arrivato in ritardo ci può stare… forse. Ma era praticamente impensabile andare avanti in questo modo”.

“Questo è un caso unico, un’emergenza incredibile – ha aggiunto Asmini -. Ora bisogna capire quando e come si potrà riprendere in sicurezza. Serve avere una data orientativa di ripresa, anche se non sarà semplice,nella speranza di un contributo per tutte le società che non possono fare miracoli e devono riorganizzarsi. Non ci saranno più paperoni, sarà un calcio ridimensionato”. Nel frattempo “sponsor non ce ne sono, aiuti non ce ne sono. Per questo serve chiarezza, di tempo ne abbiamo già perso molto. Ora c’è urgenza”.

Il direttore ha poi toccato anche l’argomento giovani, fondamentale per club come la Castellanzese. “Bisogna stare molto attenti al Settore Giovanile che dà molti benefici a squadre come la nostra – ha spiegato – e per questo noi abbiamo deciso di riconfermare tutti i giocatori dai più piccoli alla Juniores: non prenderemo, né cederemo nessuno, a meno che qualcuno non ci chieda di andare via”, ha rivelato.