Sorpasso Neroverde

CASTELLANZESE – LOMELLINA 1-0

Colombo, 87′

CASTELLANZESE (4-3-3) Pasiani, Battista, Lombardi, Fiore, Zingaro, Ghilardi, Rota, Bigioni (Colombo, 63’), Milazzo (Rondanini, 82’), Pedergnana (Greco, 47’), Urso (Tatani, 84’). A disposizione: Heinzl, Tamai, Zappulli. All. Palazzi Emiliano

LOMELLINA (4-4-2) Basso, Severino, Calvio, Sala, Crimaldi, Casula (Rignanese, 82’), Beccaris (Amello, 47’), Susbenso, Farina, Cabella, Caputo. A disposizione: Marchesotti, Ivaldi, Urso, Santarosa, Patrucco. All. Civeriati Stefano

Ammoniti: Battista (C), Calvio (L)

Arbitro: Santeramo (sez. Monza)

Assistenti: Ferrara, Marini (sez. Milano e Cremona)

Spettatori: 200 circa

La Castellanzese trova la seconda vittoria casalinga del campionato nello scontro diretto contro il Lomellina; decisiva la rete di Colombo nel finale.

Così è più bello: la Castellanzese centra una vittoria pesantissima in chiave salvezza, agguantandola nei minuti finali di una partita equilibrata e combattuta. I Neroverdi trovano meritatamente il secondo successo stagionale nel loro stadio piegando il Lomellina al minuto 87 grazie alla zampata vincente di Colombo (l’attaccante castellanzese conferma la sua fama di killer d’area di rigore punendo un disimpegno impreciso della difesa avversaria con un piattone di destro che spiazza il portiere, ndr).

Oltre al risultato positivo, la squadra di Palazzi si procura un’iniezione di fiducia più che benvenuta dopo il pesante ko della scorsa giornata sul campo del Busto 81. I segnali confortanti sono numerosi: approccio corretto alla gara, cattiveria e concentrazione agonistiche ben mixate, possesso palla nettamente a favore, concretezza sotto porta (non a caso il match è deciso dall’unica vera palla goal, nata dalla giocata di un singolo, ndr) e consolidata maturità nella gestione di tutti i momenti della gara tenendo a bada un avversario ostico.

La zona play out torna un po’ più lontana, il Lomellina è sorpassato…e per il prossimo turno il Verbano è avvisato. Questa Castellanzese in formato Eccellenza può dare fastidio a chiunque e la cosa più importante è che adesso i giocatori neroverdi lo sanno con certezza ormai assoluta.